Bellezze del Portogallo

Questa pandemia ha cambiato i piani di noi viaggiatori. Per ora non è possibile viaggiare liberamente dove si desidera ma bisogna “accontentarsi” scegliendo tra un numero limitatissimo di paesi.

Visto questo delicato periodo scelgo di visitare il Portogallo, un paese che da sempre mi affascina per la sua vasta costa oceanica nonché ultimo punto di terraferma dell’Europa prima del continente americano.

LISBONA

Inizio la mia avventura in terra lusitana dalla capitale Lisbona. Cerco un ostello nel quartiere più centrale e importante della città, La Baixa.

Mi trovo vicinissimo alla Praça dos Restauradores, piazza costruita per commemorare la liberazione del Portogallo dal dominio spagnolo ottenuta nel 1640. Da un lato, grazie alla Avenida da Liberdade, raggiungo Praça Marques da Pombal in cui inizia la zona moderna di Lisbona; dall’altro lato, invece, finisco nella bella Praça do Rossio.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6554566_1599903760000-1024x768.jpg
Praça do Rossio

Da qui proseguo diritto e passo di fianco all’Elevador de Santa Justa, ascensore verticale che permette di vedere Lisbona dall’alto grazie alla sua piattaforma panoramica.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6554569_1599903942000-1024x768.jpg
Elevador de Santa Justa

Percorro poi la Rua Augusta fino a raggiungere l’Arco da Rua Augusta, arco trionfale che rappresenta l’ingresso monumentale alla città. Oltrepassato l’arco giungo infine alla piazza più bella e famosa di Lisbona che si affaccia sul fiume Tago: Praça do Comércio.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6554573_1599904646000-1024x768.jpg
Arco da Rua Augusta e Praça do Comércio

Da Praça do Comércio prendo il tram con destinazione il quartiere Santa Maria de Belém. In questo quartiere si trovano diverse attrazioni tutte vicinissime tra loro.

Visito per prima cosa il Museu Nacional dos Coches che accoglie le carrozze reali usate tra il XVII e il XIX secolo dalla Corte portoghese e da altre Corti europee.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è IMG_20200912_131827-1024x768.jpg
Museu Nacional dos Coches

Poi è la volta del Mosteiro dos Jeronimos, un importante monastero dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO che contiene una chiesa e un bellissimo chiostro.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6554578_1599903342000-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6554587_1599904402000-1024x768.jpg
Mosteiro dos Jeronimos

Uscendo dal monastero, cammino per qualche minuto e mi trovo di fronte al Padrao dos Descombrimentos ovvero il Monumento alle Scoperte costruito per celebrare l’era delle scoperte dei navigatori portoghesi fra il XV e il XVI secolo.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6554594_1599906260000-1-768x1024.jpg
Padrao dos Descombrimentos

Arrivo infine al monumento più importante del quartiere ed anche di tutta Lisbona: la Torre de Belém, una torre sul fiume Tago che serviva da difesa alla città. Anche questa torre è stata inserita tra i beni protetti dall’UNESCO.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619138_1599907638000-1024x768.jpg
Torre de Belém

Ritorno col tram verso Praça do Comercio e scendo proprio sotto al Ponte 25 de Abril, sospeso sul fiume Tago che collega Lisbona con la città di Almada. Si tratta di un ponte ispirato al Golden Gate Bridge di San Francisco e per capirne di più su quest’opera vi consiglio di visitare lo spazio interattivo chiamato Experiencia Pilar 7 che vi concederà una visita inedita al pilastro fondamentale della struttura e di un incredibile panorama sulla città e sul fiume Tago.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619154_1599912388000-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619180_1599989802000-1024x768.jpg
Ponte 25 de Abril

Il modo più economico per raggiungere la città di Almada è utilizzando il traghetto che parte dalla stazione di Cais do Sodré con destinazione Cacilhas. Scelgo questa opzione e una volta arrivato a Cacilhas prendo il bus 101 che ferma proprio ai piedi del Santuario de Cristo Rei.

Questa statua assomiglia a quella presente a Rio de Janeiro, è alta 28m ed è posata su un piedistallo alto 75m composto da 4 pilastri che simboleggiano i punti cardinali. All’interno dei pilastri si trova la Cappella Nossa Senhora da Paz.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619202_1600002248000-768x1024.jpg
Santuario de Cristo Rei

Ritorno a Lisbona e raggiungo la collina più alta della città. Qui si trova il Castelo de Sao Jorge (Castello di San Giorgio) che permette di godere del migliore panorama di tutta la capitale portoghese. Sinceramente mi aspettavo qualcosa in più dal castello ma il panorama che offre vale il prezzo del biglietto.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619527_1600515336000-1024x768.jpg
Castelo de Sao Jorge
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619520_1600513814000-1024x768.jpg

Terminata la visita al castello torno giù dalla collina per raggiungere la Sé de Lisboa o Igreja de Santa Maria Maior (Cattedrale di Lisbona). Situata nel quartiere Alfama. Mi trovo di fronte alla chiesa più antica della città, costruita con un mix di stili avente un imponente facciata dal rosone romanico.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619155_1599920364000-1024x768.jpg
Sé de Lisboa

Prima di lasciare la città è d’obbligo salire sull’Elétrico 28, ovvero il primo tram di Lisbona che prese servizio nel 1873. Il giro parte da Praça Martim Moniz e attraversa le principali zone della città tra cui l’Alfama, il Bairro Alto e il Chiado per terminare la sua corsa al Campo Ourique.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619161_1599931406000-1024x768.jpg
Elétrico 28

Ultimo ma non meno importante il Convento do Carmo, ex convento in stile gotico situato tra la piazza del Rossio ed il Castello. La mancanza del soffitto è dovuta al terremoto che rase al suolo la città nel 1755.

SINTRA

Ad appena una ventina di chilometri da Lisbona si trova questa bellissima cittadina inserita tra i Patrimoni dell’Umanità dall’Unesco. Questa località è facilmente raggiungibile con un treno in appena 40’ e con una spesa davvero irrisoria (2,25 € per tratta).

Arrivato alla stazione di Sintra mi avvio a piedi verso il Palacio Nacional de Sintra. Questo palazzo reale è facilmente riconoscibile da lontano grazie ai suoi due grandi camini conici.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619212_1600070378000-1024x768.jpg
Palacio Nacional de Sintra

Dalla piazza di fronte a questo palazzo, parte il mio trekking per raggiungere l’attrazione principale della città; il Palacio Nacional da Pena. Una camminata che dura poco più di un’ora e che a mio avviso è alla portata di tutti.

Mi inoltro in un lussureggiante parco che si trova di fianco al Parque das Merendas. Seguo le indicazioni per Vila Sassetti per non sbagliare. Inoltre il sentiero è ben indicato grazie a cartelli indicanti la scritta delle varie attrazioni che si possono raggiungere.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619215_1600070996000-1-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619220_1600071996000-1024x768.jpg

In lontananza si intravede il Castelo dos Mouros (Castello dei Mori). Questo castello venne costruito dai mori nordafricani per proteggere la città di Sintra e successivamente caduto in rovina dopo la conquista del Portogallo da parte dei cristiani.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619221_1600072480000-1024x768.jpg
Castelo dos Mouros

Un ultimo piccolo sforzo e mi ritrovo all’ingresso dell’incantevole Palacio Nacional da Pena.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619226_1600073500000-1024x768.jpg

Questo palazzo sembra uscito da una fiaba ed è l’attrazione principale del Portogallo. Costruito con stile romanico possiede spaziose terrazze dipinte con vari colori vivaci principalmente giallo e rosso. Questi colori insieme alla natura che lo circonda contribuiscono a rendere l’atmosfera magica.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619288_1600076234000-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619297_1600076900000-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619305_1600077696000-1024x768.jpg
Palacio Nacional da Pena

Tornando poi nel centro storico del paese, raggiungo un enigmatico palazzo associato all’esoterismo, al misticismo e alla massoneria.

Questo palazzo è conosciuto con il nome di Quinta da Regaleira (“quinta” significa tenuta). Costruito in stile gotico con riferimenti egizi, rinascimentali e moreschi. Oltre al palazzo è possibile visitare anche il bellissimo giardino con grotte, fontane e numerose torri.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619315_1600085152000-1024x768.jpg

Ma tutta l’attenzione da parte dei visitatori si concentra su due luoghi associati alla massoneria al cui interno si dice venissero fatti riti iniziatici segreti. Sto parlando del Poco Imperfeito (Pozzo Incompiuto) e del Poco Iniçiatico (Pozzo Iniziatico). Questi pozzi vengono chiamati anche “Torri Invertite” in quanto consistono in strutture che penetrano nel terreno con un’architettura a chiocciola. Sul fondo del Poco Iniçiatico, inoltre, si trova una bussola con la figura della Croce dei Templari che rende ancora più mistica questa visita.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619317_1600086124000-1024x768.jpg
Poco Imperfeito
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619325_1600086922000-1024x768.jpg
Poco Iniçiatico

CABO DA ROCA

Come ho detto all’inizio del blog, uno dei principali motivi del mio viaggio in Portogallo era quello di raggiungere il punto più occidentale d’Europa.

Arrivo a Cabo da Roca con un bus che percorre la tratta Sintra – Cascais.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619353_1600164836000-768x1024.jpg

“Aqui… Onde a terra se acaba e o mar começa”

  “Qui… Dove la terra finisce e il mare comincia”

Questa frase è scritta su una lapide del monumento che celebra il punto più occidentale d’Europa.

Oltre a questo monumento si trovano solamente un faro, un bar/ristorante e un negozio di souvenir. La consiglio come tappa in giornata o intermedia per raggiungere Cascais. Per i più avventurosi è possibile raggiungere due spiagge a piedi: Praia da Ursa e Praia da Adraga. Fate molta attenzione perché il percorso non è per nulla facile.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619350_1600164528000-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619360_1600165212000-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619367_1600166124000-1024x768.jpg

CASCAIS

Un tempo villaggio di pescatori, Cascais è oggi una meravigliosa località balneare dove trascorrere le vacanze estive. Grazie alla sua vicinanza a Lisbona, durante i fine settimana viene letteralmente presa d’assalto da giovani e famiglie per trascorrere un po’ di tempo in spiaggia.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619374_1600175388000-1024x768.jpg

Grazie al consiglio della ragazza che lavora alla reception dell’ostello, noleggio una mountain bike e percorro la ciclabile che affianca l’oceano atlantico. In totale pedalo per una trentina di chilometri scegliendo due itinerari che partono entrambi dalla Boca do Inferno (Bocca dell’Inferno). Una spaccatura sulla scogliera che produce rumori simili a gemiti umani quando l’acqua si infrange al suo interno con forza. Per questo motivo è divenuta una famosa attrazione turistica.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619371_1600175346000-1024x768.jpg
Boca do Inferno

Un itinerario raggiunge la Praia do Guincho passando anche per la Praia da Arriba (22km tra andata e ritorno)

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619384_1600177990000-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619388_1600178278000-1024x768.jpg
Praia do Guincho

Il secondo, invece, mi permette di arrivare alla vicinissima Estoril (10km tra andata e ritorno).

Per gli amanti di surf e windsurf Cascais è la meta giusta sia. Ovunque troverete scuole o negozi che offrono lezioni e attrezzatura a noleggio.

PORTO

Bellissima città del nord del Portogallo ed importante centro industriale del paese. Proprio per questo viene anche chiamata “capitale del nord”. Qui si può gustare il famoso vino liquoroso Porto.

Raggiungo la città con un bus da Cascais dopo poco più di 3 ore di tragitto.

Il luogo migliore per iniziare a visitare la città è la stazione di Sao Bento il cui ingresso è rivestito da azulejos (piastrelle di ceramica con superficie smaltata e decorata).

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619393_1600277794000-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619394_1600277810000-1024x768.jpg
Stazione di Sao Bento

Poco distante dalla stazione si trova la (Cattedrale).

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619405_1600278680000-1024x768.jpg

Da qui si intravede il fiume Douro e passeggiando per pochi minuti si raggiunge il celebre ponte Dom Luis I. Si tratta di un ponte ad arco in ferro sospeso sul fiume Douro attualmente percorso solamente dai tram cittadini e dai pedoni. Collega la città di Porto a Vila Nova de Gaia, un comune famoso per le sue cantine vinicole.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619410_1600280216000-1024x768.jpg

Prenoto poi online un tour nel Palacio da Bolsa (Palazzo della Borsa). Edificio Neoclassico dichiarato Monumento Nazionale. Questa visita permette di visitare bellissime sale come: la Sala Dorata rivestita in oro, la sala Delle Assemblee Generali e la più importante Sala Araba con la sua grandezza di oltre 300 mq.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619417_1600334676000-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619420_1600340326000-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619435_1600342160000-1024x768.jpg
Palacio da Bolsa e la Sala Araba

Attaccata al Palazzo della Borsa si trova la Igreja de Sao Francisco (Chiesa di San Francesco) costruita in stile gotico.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619419_1600336942000-768x1024.jpg
Igreja de Sao Francisco

Un’altra chiesa che merita una visita è la Igreja de Santo Ildefonso rivestita da azulejos.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è IMG_20200917_220907-768x1024.jpg
Igreja de Santo Ildefonso

Per tutti gli appassionati della saga di Harry Potter non può mancare una visita alla Livraria Lello e Irmao. E’ considerata come una delle librerie più belle al mondo e al suo interno presenta un lungo salone con al centro una scala in legno con gradini rossi che portano al piano superiore. J.K. Rowling frequentava questa libreria durante il periodo in cui viveva e insegnava a Porto e si dice che qui trovò ispirazione per ambientare la sua saga. Viene anche soprannominata “libreria a pagamento” perché sì, si paga per entrare ma il prezzo del biglietto vi verrà scalato se acquisterete qualcosa al suo interno.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619445_1600348696000-768x1024.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619452_1600350070000-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619449_1600349688000-1-1024x768.jpg
Livraria Lello e Irmao

Infine visito la Torre dos Clerigos (dei Chierici). Si tratta della torre più alta del Portogallo grazie ai suoi 76m di altezza e ai 200 scalini che bisogna percorrere per raggiungere la sua terrazza. Durante la salita si vedono le 49 campane che creano un grande carillon. Questa torre fa parte del complesso dell’ Igreja dos Clerigos.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619413_1600333854000-768x1024.jpg
Torre dos Clerigos

BRAGA

Avendo una giornata libera a disposizione, scelgo di visitare Braga prendendo un treno che parte dalla stazione Sao Bento di Porto e che impiega circa un’ora per raggiungere la meta.

Nel passato questa città fu un insediamento romano mentre oggi è sede di una delle più grandi università del Portogallo.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619505_1600443420000-1024x768.jpg

Dalla stazione arrivo a piedi all’Arco da Porta Nova che segna l’inizio del centro storico.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619456_1600427474000-1024x768.jpg
Arco da Porta Nova

Proseguendo nel centro giungo alla , la Cattedrale di Braga è uno dei monumenti più importanti di questa città. Proseguo poi fino alla Praça da Republica (Piazza della Repubblica). Qui è possibile passeggiare in un bellissimo viale abbellito da un grande parco.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619467_1600428624000-1024x768.jpg
Praça da Republica

L’attrazione che però porta più visitatori a Braga è la chiesa Bom Jesus do Monte. Bellissima chiesa con un imponente scalinata barocca distante 5 km dalla città. Per raggiungerla consiglio di prendere un bus con destinazione Bom Jesus. La scalinata è composta 577 scalini (se non ho contato male!), suddivisa in 17 pianerottoli arricchiti da bellissime fontane, statue e decorazioni che raffigurano figure bibliche, i 5 sensi, le virtù e eventi religiosi come la via Crucis.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619488_1600438396000-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619482_1600433334000-1024x768.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è org_photo_6619475_1600433268000-1024x768.jpg
Bom Jesus do Monte

Anche Braga si è rivelata una piacevole scoperta come tutti i posti visitati in questo tour. Il Portogallo resta un paese molto economico, bello e tranquillo da visitare. Per quanto riguarda il cibo anche qui c’è una scelta ampia. Buon Portogallo a tutti!

Dove ho alloggiato:

Lisbona: GSpot Party Hostel

Sintra: Nice Way Sintra

Cascais: Nice Way & Sur Camp Cascais

Porto: Pilot Design Hotel & Bar

Rispondi