Le meraviglie della Slovenia

La Slovenia è facilmente raggiungibile in auto dall’Italia e, complice il bel tempo di fine estate, ne approfitto per passare un weekend alla scoperta delle meraviglie offerte da questo piccolo paese.

Superato il confine da una mezz’oretta circa, arrivo al Parco delle Grotte di Postumia (Postojnska Jama) per visitare le affascinanti grotte. 21km di caverne e gallerie formatesi nel corso di migliaia di anni grazie al continuo gocciolamento dal soffitto dell’acqua contenente carbonato di calcio che depositandosi forma le concrezioni. Grazie a questo processo nascono le stalattiti e stalagmiti che fondendosi formano una colonna. La guida mi dice che per formare 1 cm di stalattite o stalagmite occorrono 100 anni.

Si percorrono le grotte con un trenino sotterraneo per poi proseguire con una camminata di qualche km insieme alla guida. Qui la temperatura è costantemente intorno ai 10°C. La stalagmite più bella e conosciuta è il “Brillante

Inoltre è possibile vedere un curioso animale cavernicolo: il Proteo. Anfibio che vive fino a 100 anni, rifugiatosi nelle grotte 200 milioni di anni fa. E’ un animale cieco che si orienta grazie allo sviluppatissimo olfatto. Inoltre può digiunare anche per 10 anni nutrendosi solo di qualche crostaceo.

E’ possibile, come ho fatto io, acquistare il biglietto delle grotte in abbinamento al Castello di Predjama (chiamato anche Castel Lueghi) risparmiando qualche Euro.

Terminata la visita delle grotte, salgo sulla navetta che mi porta davanti all’ingresso del castello.

Si tratta del castello di grotta più grande al mondo, costruito durante il periodo medievale all’interno di una parete verticale di 123m. Dietro al castello c’è una fitta rete di gallerie segrete utilizzate dal cavaliere Erasmo Di Predjama per compiere saccheggi. Per la sua particolarità è stato inserito tra i 10 castelli più affascinanti del mondo.

Torno in macchina e dopo un’altra mezz’ora arrivo nella capitale slovena

LUBIANA

Piccola capitale, ricca di una straordinaria architettura e patrimonio culturale, da scoprire a piedi, in bicicletta o a bordo di un battello che attraversa i canali del fiume Ljubljanica. Inizio la visita della città dal Castello (Ljubljanski Grad), simbolo di Lubiana e punto panoramico per osservare la città dall’alto. E’ possibile raggiungerlo con una camminata in salita di una ventina di minuti oppure con la funicolare.

Finita la passeggiata torno giù nella città per aggregarmi al tour gratuito organizzato da alcuni studenti che si ritrovano nella piazza davanti alla Cattedrale di San Nicola, bellissima chiesa decorata con marmo rosa e stucchi bianchi e dorati.

A breve distanza percorriamo il Ponte Triplo arricchito con terrazze alberate e balaustre di pietra. Poco distante da qui c’è la Piazza Civica chiamata “Mestni Trg” circondata da bellissimi edifici in stile barocco come il Comune, la Galleria Civica e l’obelisco della Fontana dei Fiumi Carniolani.

Successivamente raggiungiamo il famoso Ponte dei Draghi nonché uno dei primi ponti costruiti in cemento armato in Europa nel 1900 per permettere il passaggio in città delle automobili. Questo nome deriva dalle statue di quattro draghi alati inferociti che sorvegliano il ponte. La leggenda narra che l’eroe greco Giasone fondò la città e uccise il drago che viveva in una palude nei pressi del fiume Ljubljanica.

Da non perdere il vicino Mercato Centrale, principale punto commerciale della città ricco di bancarelle a sostegno del commercio locale. Qui è possibile incontrare anche politici o persone famose a fare la spesa.

L’ultima tappa di questo tour a piedi è la Biblioteca nazionale e universitaria della Slovenia. Percorriamo il suo perimetro osservando la sua forma rettangolare, le balaustre, i pilastri, i mattoni a vista e le pietre incastonate. Le finestre rappresentano invece dei libri aperti. Questo edificio ospita una collezione di oltre 1 milione di libri e manoscritti.

BLED

A poco più di mezz’ora di distanza da Lubiana, arrivo a Bled famosa località grazie alla presenza dell’omonimo lago. E’ tra le località di villeggiatura alpine più belle d’Europa. Lago alpino con al centro l’unica isola slovena.

Da non perdere la vista del lago dal Castello sulla scogliera. L’isola è facilmente raggiungibile con la tradizionale imbarcazione: la Pletna.

Se vi avanza tempo percorrete il perimetro del lago a piedi oppure se c’è bel tempo, rilassatevi nelle spiagge a prendere sole e perché no a farvi un bel bagno immersi in questa natura incantata.

error0