Le “Meraviglie” della Giordania

Perché andare in Giordania?

È un paese ricco di storia e tradizioni, la destinazione più sicura in Medio Oriente. Terra di racconti biblici, panorami mozzafiato, gente ospitale e custodisce una delle sette meraviglie del mondo moderno. La Giordania ha tantissimo da mostrare e negli ultimi anni è diventata la meta preferita dai turisti occidentali.

Cosa vedere?

La mia avventura in questo meraviglioso paese è durata 8 giorni e questo è stato il mio itinerario:

Monte Nebo

Luogo da cui Mosè contemplò la Terra Promessa. Sulla cima del monte c’è il Memoriale di Mosè, una chiesa con bellissimi mosaici. Da quassù si possono vedere il Mar Morto, Israele e i Territori Palestinesi.

Madaba

Cittadina celebre per i suoi mosaici di epoca bizantina. Il più visitato è quello che raffigura una carta geografica presente sul pavimento della Chiesa di San Giorgio. Oltre alla chiesa bisogna assolutamente visitare il Parco Archeologico e la Chiesa della Decapitazione di Giovanni Battista. A Madaba inoltre è presente una delle più grandi comunità cristiane della Giordania.

Umm Ar Rasas

Lungo la strada dei Re si trova questo luogo apparentemente poco attraente ma con una storia interessantissima. Si tratta di un Sito Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Costruita nell’epoca romana con diverse fortificazioni a protezione dell’impero. L’attrazione principale del sito è la Chiesa di Santo Stefano al cui interno ci sono dei bellissimi mosaici ben conservati.

Wadi Mujib

“Il Grand Canyon della Giordania”. Basta questa definizione per far capire la maestosità di questa zona. Dalla strada si gode di un panorama che lascia letteralmente senza parole.

Al-Karak

Antica roccaforte crociata. Fu teatro di una leggendaria battaglia tra i crociati e le armate musulmane di Saladino. È una delle attrazioni principali della Giordania.

Castello di Shobak (Montreal)

Affascinante castello, anticamente chiamato Mons Realis o Montagna Reale, fatto costruire dal re crociato Baldovino I e successivamente occupato dai Mamelucchi.

Petra

Antica città nabatea nascosta tra i canyon, scoperta da Johann Ludwig Burckhardt nel XIX secolo dopo essersi travestito da beduino per accedere in quest’area altrimenti impossibile da raggiungere. Proclamata come una della “Sette Nuove Meraviglie del Mondo” è il sito più visitato della Giordania. L’attrazione più famosa è il Tesoro (Al Khazneh), la porta scavata nella roccia che si vede in ogni foto su Petra. Da non bisogna perdere altri luoghi come il Monastero (Al Deir), l’Altura del Sacrificio (Al Madbah), le Tombe Reali. Poco distante dal sito c’è anche la Piccola Petra molto bella e poco visitata. Inoltre è possibile visitare Petra di notte con tour organizzati in giorni e orari prestabiliti.

Wadi Rum

Questa regione è nota grazie a Thomas Edward Lawrence conosciuto meglio come Lawrence d’Arabia che abitò qui durante la Rivolta Araba nel 1917. Il “Wadi Rum” è un Deserto roccioso in cui trascorrere mezza giornata o una nottata alloggiando presso i villaggi beduini o campi tendati. È un’area protetta e per ogni escursione bisogna rivolgersi al centro visitatori. Ci sono anche tour abusivi in cui si risparmia ma in caso di incidenti o quant’altro non sarete tutelati né assicurati. A voi la scelta. Consiglio di non perdervi la Sorgente di Lawrence, il Tempio Nabateo e la Casa di Lawrence.

Aqaba

Tappa per gli amanti di snorkeling ed immersione, comoda per chi vuole visitare solamente il Wadi Rum e Petra. È una località di villeggiatura per i giordani essendo l’unica città con sbocco sul mare aperto.

Mar Morto

Il Mar Morto è il punto più basso della Terra e anche uno dei più caldi. L’alta concentrazione del sale presente nell’acqua permette di galleggiare molto facilmente e la maggior parte delle persone si diverte a scattare foto che li ritraggono seduti sull’acqua mentre leggono un giornale. Esistono delle spiagge libere ma sono sconsigliate essendo sprovviste di docce per rimuovere il sale dalla pelle. Pagando invece un ingresso nei vari resort è possibile accedere alle spiagge e godere di una bella doccia. Personalmente sono stato nella spiaggia dell’Amman Beach Resort.

Jerash

Gerasa in epoca romana, è uno dei siti romani più famosi e meglio conservati in Medio Oriente. Imperdibile per gli amanti della storia. Qui si trova una città vera e propria dal Foro, l’Agorà, ben due Teatri, l’Ippodromo ed è possibile vedere e percorrere sia il Cardo Massimo che il Decumano, le due strade principali costruite dai romani. La bellezza e conservazione di questo sito permette di rivivere con l’immaginazione la vita di quell’epoca. Alcuni chiamano Jerash come la “Pompei dell’Asia”.

Castello di Ajloun

Fortezza costruita da un generale di Saladino contro i crociati. Facile da raggiungere se si visita la città di Jerash.

Amman

Capitale della Giordania e città moderna. Di storico conserva il Teatro Romano situato in centro e la Cittadella che sorge sulla collina più alta. Interessante anche il Museo della Giordania e la Moschea di Re Abdullah e il Suq della frutta e verdura per vivere un’esperienza a contatto con la vita quotidiana della gente del posto.

error0

Rispondi